Seminario conclusivo Progetto Europeo AGEment

banner agement marzo2021 3edizione webIl 25 marzo, il CSEN organizza il seminario conclusivo del Progetto Europeo AGEment, realizzato allo scopo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza di un invecchiamento attivo. Il seminario sarà trasmesso, in diretta dalle10 alle 13, sulla pagina Facebook Csenprogetti. Dopo due anni di attività, dunque, il percorso si conclude con la presentazione degli importanti risultati ottenuti.

Il Progetto AGEment ha proposto un approccio innovativo per affrontare il delicato tema, realizzando videointerviste ai protagonisti, attraverso le quali sono emersi interessanti elementi che hanno influenzato il corso della loro vita. Dalle testimonianze, sono emerse da una parte la complessità nell'affrontare l'età adulta, dall’altra la centralità dei legami sociali, la voglia di emozionarsi e stare bene insieme agli altri e il desiderio di essere soggetti pro-attivi nel flusso continuo della trasformazione sociale.

Una narrazione di stili di vita che rappresenta anche una sfida al tempo biologico che, se lasciato a sé stesso, segnerebbe più velocemente l'indebolimento mentale e sociale.

Un secondo elemento innovativo del progetto è stato il collegamento con il patrimonio culturale del proprio paese, nel quale ciascuno è inserito come risorsa da utilizzare per il benessere sociale e della comunità. Nelle videointerviste, infatti, sono stati trattati i temi della danza, pittura e poesia. I protagonisti di questa straordinaria narrazione, saranno presenti al seminario per restituire agli altri l’esperienza della partecipazione attiva al progetto.

Un terzo elemento d'innovazione è stato la realizzazione di una app, tesa a promuovere tra le persone anziane l’acquisizione delle competenze digitali, dove sono state pubblicate le videointerviste.

Il seminario del 25 marzo, accenderà un focus sul tema e sui cambiamenti di contesto per favorire le politiche sull’invecchiamento attivo.

Interverranno:

Francesco Proietti, Presidente Nazionale CSEN

Andrea Bruni, Responsabile progettazione CSEN

Leonina Benigni, Cordinatrice progetto

Debora Zamillo, referente attività operative

Paolo De Angelis, Maestro di Danza

Mario D'amico, Pittore

Antonio Piroli, Poeta

Dr. Andrea PrincipiINRCA - National Institute of Health & Science on Ageing

scarica la locandina QUI

 


 

Il CSEN ricerca docenti delle scuole elementari per innovativo percorso con lo sport integrato

18.2.21Nell’ambito del progetto nazionale “Cambia il Tempo”, cofinanziato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il CSEN ricerca docenti della scuola primaria interessati ad intraprendere un innovativo percorso.

La proposta progettuale affronta il tema culturale dell’inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso lo sport integrato, coinvolgendo nella sua realizzazione le scuole, come prima agenzia educativa, e il territorio, in una logica di comunità educante.

Stiamo cercando docenti della scuola primaria motivati ed interessati a prendere parte ad un gruppo di lavoro, per un totale di 6 Incontri on line di 3 ore ciascuno.

Il modulo formativo delineato, sarà inserito nella piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR, a cui il CSEN è accreditato, e sarà promosso dagli Uffici Scolastici Provinciali per una sua sperimentazione nella quale saranno coinvolti come formatori i docenti partecipanti al gruppo di lavoro.

 

iconadownload PDF - Lettera per adesione Modulo Primaria CIT

 

 

 

Martedì 15 dicembre il CSEN organizza un seminario gratuito on line per allenatori di calcio femminile.

Scritto il 10 Dicembre 2020 su www.csenprogetti.it.

procallweb 15dicembre primauscita 3edizioneIl seminario è promosso all'interno del Progetto Europeo ProCall “Aumentare il Livello Professionale degli Allenatori nel Calcio Femminile” e ha come obiettivo quello di accrescere le competenze di allenatori di calcio femminile al fine di rendere più attrattivo il calcio per le ragazze.

Al termine del progetto, previsto per fine dicembre, verrà redatta una Guida per allenatori di calcio femminile frutto del lavoro che, attraverso 4 incontri di formazione, ha raccolto le metodologie e tecniche dei allenamento dei quattro paesi partners: Romania (capofila del progetto), Portogallo, Inghilterra e Italia.

Ecco il programma del seminario:

9:30 Apertura lavori a cura del giornalista Daniele Lo Monaco
9:40 Saluto del presidente Nazionale CSEN Francesco Proietti
9:50 Saluto del responsabile del settore Calcio Maschile CSEN Michele Falvino
10:00 Riccardo Buzzegoli - Agente Calciatori, Diritto, Professionismo e Campagna Acquisti Calciatrici
10:30 Marcello Stopponi – Ortopedico, Medico Sportivo
11:00 Simone Orelli - Oncologo, Nutrizionista, Alimentazione, Primo Soccorso
11:25 Giuseppe Sabadini - ex Nazionale, Milan, Sampdoria, allenatore Calcio Femminile
11:45 Luana Morgilli - Psicologa

 


 

VIDEO CONFERENZA 21 MAGGIO 2020
 
mashette conferenzaonline webDopo il periodo di isolamento ci ritroviamo a pensare come riprendere le attività nelle scuole e nel territorio valorizzando e considerando i cambiamenti registrati. 
Se alcuni problemi, già individuati nel tempo, sono diventati evidenti limiti alla didattica scolastica, alla formazione, alle azioni territoriali, si pone la domanda di come attuare modifiche ed essere realmente propositivi e incisivi nel nuovo scenario.
 
- In quali forme le attività possono essere pensate per affrontare i nuovi cambiamenti nelle scuole e nel territorio ?
- Come ripartire, nelle scuole e nel territorio, rispettando le esigenze di sicurezza e didattica e valorizzando il ruolo delle associazioni sportive e sociali ?
- Come dare voce ai diritti e alla creatività dei minori nella definizione di nuovi spazi sportivi e culturali per l’integrazione sociale ?
- Quali esperienze locali e quali nuove forme di azione di comunità possono essere pensate dopo l’esperienza dell’isolamento sociale ?
- In che modo superare la fase del distanziamento personale e collaborare con docenti e operatori sociali affinchè andrà tutto bene per tutti ?
- Dopo l’emergenza sanitaria, ci saranno cambiamenti nella costruzione e nella gestione di luoghi sportivi e culturali?
 
La Conferenza darà voce, per 15 minuti ognuno, ad alcuni relatori, individuati come esperti, che faciliteranno la riflessione con il loro contributo e successivamente ogni partecipante potrà interventire, su richiesta, con lo stesso tempo a disposizione. Nel caso, ce lo auguriamo, il tempo a disposizione non sia sufficiente, la conferenza sarà aggiornata al giovedì successivo stessa piazza stessa ora e così a seguire fino all’esaurimento degli interventi programmati. 
 
Ore 15,00 – introduzione Andrea Bruni 
- 15.15 Federico Zaccaria – Maestri di Strada (NA)
- 15.30 Giancarlo Santoni – Associazione SIPEA (RM)
- 15.45 Claudio Tosi – CSV Lazio – Federazione CE.M.E.A. (RM)
- 16.00 Andrea Liberatore – Tecnico Sport Integrato (PU)
- 16.15 Roberto Latella Sociologo / Formatore (RM)
- 16.30 Paola Caruso – Referente Regionale C.S.E.N. Calabria Sport Integrato (RC)
- 16.45 Anna Rosa Lezzi – Docente (BR)
 

NUOVO CORSO DI FORMAZIONE PER ALLENATORI DI FOOTBALL INTEGRATO

COPERTINA 2in collaborazione con:
ASSOCIAZIONE ITALIANA FOOTBALL INTEGRATO

A Febbraio 2020 parte il corso di formazione per approfondire gli elementi base per la gestione e l’allenamento dell’attività sportiva di Football Integrato.
La Formazione si terrà a Roma con sessione teoriche e pratiche con il seguente calendario:

4 - 11 Febbraio 2020 e 3 Marzo 2020 dalle ore 9.30 alle ore 13.30, presso Aula di Formazione di Via Goito 35/B. Sessioni dedicate alla parte teorica, condotta da Andrea Bruni; 

19 - 26 Febbraio 2020 dalle ore 16.30 alle ore 19.30, presso la Palestra della Scuola Maria Stern Nuovo Via di Settebagni 231. Sessioni dedicate alla parte pratica, condotta da Andrea Liberatore.

Risulteranno iscritti le prime 20 persone che invieranno l’adesione al corso.
Per aderire inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando:
Nome, Cognome, Tel/Cell, E-mail
Istituzione di appartenenza
Come ha conosciuto questo evento


LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA
SARA’ RILASCIATO ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE 


 

Moving Rome: MEW Italy

logo mewitaly 2il giorno 22 DICEMBRE 2019

si terrà la seconda edizione della manifestazione MOVING ROME! che propone una giornata all'insegna del movimento, del benessere e della mobilità sostenibile, attraverso vie ciclabili, aree verdi e parchi di Roma.
La manifestazione è organizzata dalle associazioni CSEN e MEW ITALY in collaborazione con FederTrek, Inforidea, Sentiero Verde e Passaggi nello Sport.
In questa occasione verrà presentatoil libro conclusivo del progetto europeo MEW (http://projectmew.eu) che rappresenta la ricerca ed il protocollo di attività consigliato per vivere una vita più sana, all'insegna del movimento, della mobilità sostenibile e del benessere psicofisico.

Leggi tutto

 


9 Dicembre 2019 “Camminando e leggendo” presentazione di tre libri C.S.E.N.

locandina 9dicembre2019 webSi svolgerà lunedì mattina 9 dicembre, all’interno del programma di eventi collaterali alla 4^ edizione dell’International Chess Festival di Roma, la presentazione di libri per pensatori indipendenti.

A partire dalle 10:30 il Responsabile Nazionale Ufficio Progetti CSEN, Andrea Bruni, modererà l’incontro di presentazione di tre volumi realizzati, nel 2019, nell’ambito di altrettanti importanti progetti promossi dal Centro Sportivo Educativo Nazionale.

Black and white sport chess – gli scacchi come strumento pedagogico è il risultato di un progetto Europeo che sarà presentato da Luca Gallina (referente di progetto) insieme agli Insegnanti di scacchi FSI Sebastiano Paulesu e Domenico Bonavena, con l’obiettivo di far emergere il potenziale pedagogico degli scacchi nell’insegnamento con bambini e bambine della scuola primaria.

Il libro fotografico Carovana dello sport integrato – lo sport come strumento di integrazione sociale sarà raccontato da Miloud Benahmed (educatore professionale), Fabrizio Ciaglia (educatore e mister), Vincenzo Papadia (atleta) e Massimiliano Mansi (atleta), quattro dei partecipanti che hanno preso parte al viaggio dei pulmini della Carovana dello sport integrato, che ha percorso, nella primavera di quest’anno, tutta Italia portando in ogni Regione la “Carta dei valori dello sport integrato”.

Infine, il libro Movement Environment Well-being – il camminare come opportunità di benessere”, presentato da Alessia Cella, volontaria dello sport e portavoce MEW Italy, Sergio Nascimbeni, psicologo psicoterapeuta, e Angela Magnanini, docente associato dell’Università di Scienze Motorie di Roma costituisce l’importante risultato del progetto Europeo MEW che ha sperimentato, su 40 volontari di ognuno degli 8 Paesi partner, un protocollo di allenamento, buone abitudini e indicazioni su un sano stile di vita utili alla riduzione della sedentarietà e al miglioramento del benessere psico-fisico di ogni individuo.

La presentazione si terrà presso l’Hotel Eurostars Roma Aeterna (Sala Capitolina), in Piazza del Pigneto 9A.

Nel pomeriggio e fino al 15 dicembre si terrà nella prestigiosa location il più importante festival scacchistico di Roma e uno degli eventi più internazionali del panorama scacchistico italiano, grazie alla presenza di giocatori che provengono da più di 25 Paesi di 4 continenti.

Quest’anno l’evento, ormai punto di riferimento per tutti gli appassionati grazie anche agli ospiti di spicco intervenuti alle precedenti edizioni, sarà arricchito dalla co-organizzazione dell’Accademia Scacchistica Romana, il circolo storico della capitale che festeggia ben 200 anni di attività.

L’evento è come ogni anno organizzato dalla Scuola Popolare di Scacchi di Roma, con il sostegno economico dello CSEN Nazionale e dal supporto del Comitato Provinciale CSEN Roma.

Scarica la locandina

 


 

Parte a Gorizia la prima tappa del nuovo progetto C.S.E.N. : ODIARE NON E’ UNO SPORT

IMG 27262Nei giorni 20 e 21 giugno 2019 si è svolto a Gorizia il primo incontro del nuovo progetto nazionale coordinato dal CVCS – Centro Volontari Cooperazione allo Sviluppo e finanziato dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nel quale il C.S.E.N. è partner nella realizzazione di 6 Seminari Regionali. 

Il progetto prevede la realizzazione di attività formative presso le scuole e nel circuito delle associazioni sportive dilettantistiche per prevenire e contrastare l'hate speech discriminatorio di stampo razziale online e offline. 
Il progetto prevede l'elaborazione di strumenti digitali per contrastare il linguaggio d'odio che si esprime nei social network attraverso azioni mirate con i/le giovani studenti/esse e i/le giovani sportivi. Per l'esperienza maturata nel campo dello sport di base e dello sport sociale il C.S.E.N. è stato coinvolto nella collaborazione alla realizzazione del progetto che sarà operativo dal prossimo anno sportivo e scolastico.


Iniziato il progetto Europeo di danza integrata UNIDANS

Unidans-logo 1Ha preso avvio con il meeting di lancio tenutosi a Bucarest dal 24 al 27 marzo il progetto Europeo di danza integrata UNIDANS, di cui lo C.S.E.N. è partner insieme alla Scuola di formazione professionale "Ioan Kunst Ghermănescu" (IKJ) della Romania (Main Partner), e il Club sportivo Alba (Spagna), impegnato nella creazione di situazioni di apprendimento e scambio reciproco di competenze per favorire l’inclusione sociale di bambini, adolescenti e adulti con disabilità, problemi di salute mentale e/o a rischio di emarginazione.

Il progetto, che ha come focus lo sviluppo e il potenziamento delle competenze dei Tecnici di Danza integrata (o Unified Dance, da cui deriva il nome del progetto) con l’obiettivo di allargare la pratica della danza rivolta ai ballerini e alle ballerine con disabilità e di promuovere l’inclusione sociale attraverso la danza, prevede tre eventi locali, uno in ogni Paese partner, ai quali prendono parte due tecnici o dirigenti specializzati nel campo dello sport e della danza integrata di ogni paese aderente al progetto.

SCARICA IL COMUNICATO

 


Una due giorni di festa ha fatto calare il sipario sulla Carovana dello Sport Integrato

L’incontro conclusivo in Campidoglio e il Torneo degli Equipaggi hanno scritto la parola fine sulla kermesse Csen

Dopo 6mila chilometri, 20 Regioni e altrettante città attraversate, la Carovana dello Sport Integrato ha portato a termine la sua lunga missione d’inclusione sociale. Lunedì pomeriggio la prestigiosa Aula Giulio Cesare, abituale sede delle riunioni dell’Assemblea Capitolina, è stata la cornice dell’evento conclusivo della kermesse targata Csen. I componenti dei 4 Equipaggi si sono ritrovati in Piazza del Campidoglio, laddove la lunga avventura era partita, e sono stati accolti con grande calore dalle autorità della capitale oltre che dai vertici nazionali Csen.

Dopo l’esecuzione solenne dell’Inno di Mameli da parte della Banda della Polizia Locale di Roma, la comitiva ha preso posto nella sala Giulio Cesare. E qui, a fare gli onori di casa, è stato Enrico Stefàno, vice presidente vicario dell’Assemblea Capitolina: “Siamo orgogliosi di ospitarvi. E sono emozionato, perché iniziative come questa riempiono di gioia. Come Roma Capitale siamo ben felici di condividere con voi questi momenti e di darvi tutto il supporto necessario”. Breve ma sentito l’intervento del Responsabile Csen Progetti Andrea Bruni: “Non voglio togliere spazio alle relazioni degli ospiti – ha affermato – dopo aver parlato tanto nel corso della Carovana, mi armo di carta e penna per trarre spunti dalle idee da chi ci ha seguiti”. Il Presidente Csen Nazionale Francesco Proietti ha invece voluto mettere al centro dell’attenzione il lavoro degli operatori sul campo: “La situazione è nelle mani soprattutto dei comitati periferici, che da anni lavorano in questo settore. Siamo un Ente pieno di risorse e talvolta ce lo dimentichiamo. Queste occasioni, invece, ci consentono di stare tutti insieme e di crescere”.

La Carovana dello Sport Integrato è tornata a Roma! Grande accoglienza nella sede del Municipio 3

I pulmini dell’Equipaggio 4 hanno fatto rientro nella Capitale e sono stati accolti in grande stile

Se queste sono le premesse, l’evento di bentornato alla Carovana, fissato per martedì in Campidoglio, sarà senza dubbio un grande successo. Dopo quasi due mesi, sabato mattina i pulmini dell’Equipaggio 4 della Carovana dello Sport Integrato hanno fatto rientro a Roma, e, in attesa del grande evento di bentornato, si sono recati in piazza Sempione, sede del Municipio 3 della Capitale, dove sono stati accolti in grande stile dalle autorità, dai componenti dell’Asd Colle Salario, dal testimonial dello Sport Integrato Gaetano D’Agostino (campione d’Italia con la Roma nel 2001) e dagli studenti dell’Istitudo Archimede-Pacinotti.

Particolarmente emozionanti e sentiti tutti gli interventi. A cominciare da quello di presentazione a opera del Responsabile Csen Progetti Andrea Bruni: “Non posso nascondere la mia emozione – ha ammesso – si è trattato di esperienze indimenticabili per tutti e 120 i ragazzi che hanno preso parte all’iniziativa. Ringrazio Monica Paradisi per aver organizzato, assieme alle varie associazioni, questa accoglienza. Da qui siamo partiti non a caso, perché il nuovo ossigeno che si respira su questo territorio ci fa ben sperare a livello istituzionale. Abbiamo da raccontare solo cose belle, e questo non è assolutamente scontato. Il Football Integrato è uno sport nuovo, che vuole superare le differenze senza negarle e che vuole accompagnare un progresso di tutta la società. Siamo felici che la sfida sia stata raccolta dalle istituzioni e dalle scuole. La Carta dei Valori è un elemento che ci unisce, e che a oggi può contare la bellezza di 1300 firme. Siamo giunti quasi alla fine di questo viaggio, ed è come ritrovarsi su una piazza con tante strade. Ognuno può prendere quella che vuole: tornare semplicemente a casa con i bei ricordi, oppure lavorare per la continuità del progetto. C’è necessità di un impegno diretto per costruire una società che non lascia nessuno indietro, mettendo in campo le differenze. Lavoriamo per una legge regionale per lo Sport Integrato, in modo che i soldi pubblici prendano la strada del benessere di tutti e tutte. Il Csen ha lanciato la palla e l’ha messa in campo, però adesso sono in tanti a giocare la stessa partita. Ognuno di noi ha il compito di continuare a giocarla, perché la posta in palio è molto interessante”.

IL CSEN PARTECIPA AL Festival Italiano del Volontariato 2019

FDV19 MOBILE 929X592


 

Anche in Val d’Aosta è grande festa in nome dello Sport Integrato!

Grande partecipazione di pubblico per l’atto conclusivo dell’Equipaggio 3 della Carovana dello Sport Integrato

L’Equipaggio 3 della Carovana dello Sport Integrato ha vissuto oggi l’ultima tappa del suo entusiasmante viaggio. Tra Biella e Pont Saint-Martin, gli atleti della comitiva Csen hanno ricevuto un nuovo, emozionante abbraccio da parte della comunità e dell’amministrazione locali, che da diversi anni si dimostrano particolarmente sensibili ai temi dello sport e dell’integrazione sociale.

La tappa valdostana della Carovana ha vissuto un prologo ancora sul suolo piemontese. Dopo la partenza da Torino, infatti, i pulmini dell’equipaggio hanno fatto sosta a Biella per ricevere l’accoglienza dei ragazzi dell’Istituto Tecnico Commerciale “Eugenio Bolla”, il cui prezioso apporto nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro ha permesso di arricchire la Carta dei Valori dello Sport Integrato. Numerosi gli interventi durante l’incontro pubblico: a prendere la parola sono stati il vice preside Enrico Furno, la professoressa Silvia Vergnasco, responsabile del percorso di alternanza scuola-lavoro, il Presidente provinciale Csen Mauro Benedetti, il Presidente Csen Val d’Aosta Gianfranco Nogara e il tutor regionale Simona Barone. Tutti hanno espresso grande soddisfazione nel poter ospitare una tappa della Carovana, sottolineando inoltre la grande partecipazione d’entusiasmo da parte dei giovani studenti biellesi.

La Carovana dello Sport Integrato accolta dall’abbraccio della Lucania

Successo di pubblico e partecipanti per la gara esibizione di Football Integrato andata in scena al Palasport di Villa d’Agri

Il caldo cuore della Lucania ha acceso la due giorni della Carovana dello Sport Integrato, che nell’ospitale Comune di Marsicovetere (Potenza) ha vissuto la terza tappa del suo lunghissimo viaggio. Ad accogliere l’Equipaggio 1 targato Csen sono stati i circa 200 studenti dell’Istituto Omnicomprensivo cittadino, che – sotto la guida del dirigente scolastico Maria Giano e del professor Maurizio Marchese - hanno collaborato con passione ed entusiasmo sia all’allestimento dell’evento che alla stesura della Carta dei Valori dello Sport Integrato.

Giunta in Basilicata dopo un lungo viaggio partito da Reggio Calabria, la comitiva è stata accolta in grande stile dalla comunità della Val d’Agri. A fare gli onori di casa il sindaco di Marsicovetere Claudio Cantiani, che ha dichiarato: “Siamo impegnati nella costruzione di ponti verso il futuro, e lo sport è uno strumento molto potente in questo senso. Da sempre siamo virtuosi nell’ambito delle politiche sociali e vogliamo continuare a esserlo, mettendo a disposizione il nostro Palazzetto dello Sport anche per futuri eventi di Football Integrato”. Non è mancata una calda accoglienza da parte del Presidente del Comitato Csen Basilicata Sandro Caffaro: “Un progetto di questa profondità aumenta anche le responsabilità – ha spiegato – l’Ente crede tantissimo nel Football Integrato e si impegnerà a sviluppare questo che dà grande supporto all’integrazione sociale”. A presentare l’iniziativa, come sempre, il Responsabile Progetti Csen Andrea Bruni: “C’è un Paese che non ha paura delle differenze – ha detto – stiamo lasciando dei semi preziosi in ogni luogo che stiamo raggiungendo, e anche la Basilicata non fa eccezione”.

Il piatto forte della mattinata è stata ovviamente la gara esibizione di Football Integrato, che ha visto la formazione Azzurra prevalere su quella Verde per 17-11. Calda la cornice di tifo, composta da tanti giovani che hanno seguito con curiosità la sfida e che hanno voluto prendere parte al test di assegnazione del ruolo. “Il lucano è tradizionalmente una persona di grande sensibilità – ha sottolineato Laura Aulicino, tutor regionale e coordinatrice dell’Equipaggio 1 della Carovana – sapevo che Marsicovetere avrebbe risposto presente, ma direi che siamo andati ben al di sopra delle aspettative”.

Agenzia Uffici Stampa Directa Sport


Anche Reggio Calabria ha salutato con entusiasmo la Carovana dello Sport Integrato

Al Parco Caserta Sport Village è andata in scena un’altra festa di sport e integrazione sociale

Anche Reggio Calabria ha risposto presente alla chiamata della Carovana dello Sport Integrato. Almeno quattrocento persone tra studenti, addetti ai lavori del settore della disabilità e semplici curiosi hanno assistito alla partita esibizione di Football Integrato che si è disputata nella bella cornice del Parco Caserta Sport Village.

Trascinati da un tifo indiavolato, gli atleti dell’Equipaggio 1, suddivisi in due team (Verdi e Azzurri), hanno dato vita a un match coinvolgente, terminato con il pirotecnico risultato finale di 9-9. Ricchissimo il menù dell’evento, curato in ogni dettaglio dal tutor regionale Paola Caruso. Presenti i ragazzi dell’ITT “Panella Vallauri”, che hanno collaborato attivamente alla costruzione della tappa calabrese nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, e che hanno fornito il loro contributo nella stesura della Carta dei Valori dello Sport Integrato, giunta ormai alle soglie delle 400 sottoscrizioni.

Hanno dato il loro caloroso benvenuto alla Carovana Marco Polimeni, responsabile del Parco Caserta Sport Village, gli atleti del Basket in Carrozzina Reggio Calabria, il responsabile della sezione locale del Comitato Italiano Paralimpico Antonello Scagliola e i Campioni d’Italia di Calcio a 7 della “Diego Suraci”.

Mercoledì pomeriggio, al suo arrivo a Reggio Calabria, la Carovana è stata ricevuta dal sindaco Giuseppe Falcomatà, che ha annunciato la volontà di allestire in città una sede esclusivamente dedicata al Football Integrato.

“L’integrazione è possibile, e diventerà pane quotidiano anche in ambito scolastico grazie all’impegno delle nuove generazioni – ha detto la tutor regionale Paola Caruso – sono orgogliosa della risposta della città a questo evento”. Sulla stessa lunghezza d’onda il rappresentante del CIP regionale Scagliola: “Vorrei che non si parlasse più di inclusione – ha spiegato – perché si tratta dell’antitesi dell’esclusione. L’unica differenza tra i giocatori in campo è il colore delle maglie”. Ha espresso soddisfazione anche il Responsabile Progetti Csen Andrea Bruni: “Abbiamo catturato in pieno l’attenzione dei ragazzi delle scuole – ha detto – questa per noi rappresentava la prova del nove. Tutti hanno partecipato attivamente sentendosi parte dell’evento, e il tifo caloroso ne è stata una dimostrazione”.

Nel pomeriggio di giovedì si è inolte svolto il consueto evento di formazione promosso da Csen. Hanno preso la parola la dott.ssa Luisa Nucera, che ha parlato delle relazioni tra sport e musica; l’Avv. Marco Tavernese, che ha esposto i temi relativi a diritti, tutele e strumenti di inclusione sociale, l’Assistente Sociale Nicoletta Latella, protagonista di un intervento sulla relazione tra accoglienza e inclusione, e il Responsabile Progetti Csen Andrea Bruni, che ha discusso di progettazione educativa e del ruolo dei docenti come mediatori nei processi di integrazione.

LA TERZA TAPPA – La Carovana muoverà le ruote nella mattinata di venerdì per raggiungere il Comune di Marsicovetere, in Basilicata. Alle 16, nella sala consiliare, atleti e accompagnatori riceveranno il benvenuto da parte delle autorità locali e dei ragazzi dell’alternanza scuola lavoro. Sabato mattina, alle 9.30, nel Palazzetto dello Sport di Villa d’Agri, la terza gara-esibizione di Football Integrato.

Agenzia Uffici Stampa Directa Sport

Copyright © 2016 www.csensociale.it. Tutti i diritti riservati.